Crea sito

Casoria 1981 – La difficile Unità

DI GIUSEPPE PESCE

Dopo il precedente saggio Casoria capoluogo nell’età delle rivoluzioni, che ricostruiva un quadro organico della politica e della società dal 1799 alla fine del Regno Borbonico, questo volume raccoglie tre saggi dedicati ad altrettanti personaggi che, da Casoria, furono determinanti nello scenario della “difficile Unità” che si compì, tra luci e ombre, nel 1861. Il capitolo 1 ripropone integralmente il primo saggio della collana “Studi Campani” I Rocco: Una famiglia di giuristi cattolici nella Napoli di metà ’800, riprendendo la vicenda di questa eccezionale generazione di quattro fratelli che, da Casoria, diedero un contributo fondamentale alla storia del diritto, ben oltre i confini nazionali. Per capire la considerazione di cui godettero, basti pensare che ne negli ultimi disperati mesi del Regno Borbonico Francesco II chiese a uno di loro – Giovanni Rocco – di formare un governo (offerta rifiutata, scopriremo perché). Il capitolo 2 è un approfondimento – tra documenti inediti e cronache dell’epoca – su Francesco Proto, già incontrato come deputato al Parlamento Napoletano del 1848, e che stavolta come deputato al primo Parlamento Italiano del 1861 solleva un caso internazionale (che gli costerà le dimissioni) denunciando pubblicamente i guasti di un’annessione tutta sbagliata, che somigliava sempre di più a una conquista.

 

scarica il libro

 

 

 

 

 

memoriecasertane

Pubblicato da memoriecasertane

Studia alla facoltà di ingegneria, ma successivamente si laurea in scienze politiche alla Federico II di Napoli. Assunto alla Olivetti di Ivrea si interessa di organizzazione aziendale e in analisi del costo del lavoro. Giornalista pubblicista e fotografo, è originario di una nobile famiglia Casoriana appartenente al casato dei Casarusso. Spilla d'oro Olivetti è stato insignito della stella al merito del lavoro dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, Cavaliere della repubblica ed Ufficiale della Repubblica, vive e lavora a Caserta. Esperto di economia e strategia aziendali ha pubblicato per l'istituto tecnico industriale "Villaggio dei Ragazzi" il volume "Introduzione alla Vita d'azienda" 1973; "Le multinazionali verso un codice di condotta" 1979 ed è stato presidente del consorzio di Imprese Elinte scarl dalla sua nascita fino al 2002. Fonda e pubblica nel 1980 la rivista nazionale "Fotografia Comparata" a cui collaborano studiosi e docenti universitari. Nel 1988 registra al tribunale di Santa Maria Capua Vetere per la cooperativa "mediterranea" il quindicinale "il Corso" un periodico di attualità e di storia casertana. La Fiaf Federazione Italiana associazioni fotografiche lo nomina Benemerito della Fotografia Italiana, stesso attestato gli arriva dall'Anaf Associazione Nazionale Arte Fotografiche. Quale reporter realizza servizi per il quotidiano "il diario" sul terremoto del 1980 e successivamente è inviato al seguito del contingente Italiano In Libano nella missione di pace nel novembre del 1983 dove conosce Oriana Fallaci e l'attuale senatore Sergio De Gregorio allora free lance ed impegnato in un servizio per il settimanale "Oggi". Per il quindicinale di attualità e storia locale "il Corso", nato nel 1988, e per diversi giornali ha intervistato e fotografato molti personaggi di spicco della vita Italiana: dal critico d'arte Antonello Trombadori al pittore Remo Brindisi.. ed inoltre: il Filosofo Massimo Cacciari, Pino Rauti, Giulio Andreotti, Gianfranco Fini, l'attore Giancalo Giannini , il Pasquale Squittieri e tanti altri. Sue mostre personali di Fotografia sono state organizzate a Sorrento, Bergamo, Brescia, Ancona, Caserta, Napoli. Ha lavorato per "Napoli Notte", "il Diario", "il Giornale di Caserta" ed attualmente collabora per le pagine culturali ed attualità del quotidiano Corriere di Caserta. Ha pubblicato per il Corriere di Caserta a puntate la storia di Terra di Lavoro durante il fascismo da cui ha tratto il Dvd "Antonio Ricciardelli racconta".

Show Buttons
Hide Buttons